News


Trame.10 il programma della seconda giornata

Condividi:

 

Enzo Ciconte, Anna Sergi e Pietro Comito aprono la seconda giornata del Festival dei libri sulle mafie con il libro “La Santa ‘ndrangheta. Da violenta a contesa”. L’incontro, in diretta sui canali social a partire dalle 17.30, vuol essere un’analisi del processo che ha trasformato la ‘ndrangheta in Santa, un’organizzazione criminale che non si accontenta più dell’accumulazione di denaro ma vuole usare quello stesso denaro per acquisire potere, politico ed economico.
A seguire, con Francesco Petruzzella, Calogero “Gery” Ferrara e Nello Trocchia, si parlerà di neomelodici di ultima generazione che cantano di malavita e del perché del loro successo.
Proseguono inoltre le testimonianze delle vittime di racket e usura calabresi che hanno denunciato i propri aguzzini, con la seconda intervista in programma, a cura dell’Associazione Antiracket Lamezia e del progetto Mani Libere in Calabria.
Alle 20.00, si parlerà di sud e territori con l’ex Ministro per il Sud e la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano, Raffaella Milano, Direttrice dei programmi Italia-Europa di Save the Children Italia, e con i giornalisti Giuseppe Smorto e Giovanna Vitale.  Segue l’incontro “L’antindrangheta esiste e non lo sa”, per ripercorrere le storie di resilienza ai poteri criminali.
Chiude la seconda giornata la proiezione del documentario il “Superlatitante” alle 22.30, un’inchiesta de Il Domani curata da Giovanni Tizian e Nello Trocchia, che ripercorre la storia e le tracce del latitante per eccellenza Matteo Messina Denaro.