News


Perché aderire alla Rete delle Culture

Parla il Presidente della Fondazione Trame Nuccio Iovene

Condividi:

La costituzione della Rete delle Culture è la prima occasione per gli operatori e le associazioni culturali del nostro Paese per associarsi e far fronte comune in una fase di incertezza come quella che sta caratterizzando la Riforma del Codice del Terzo Settore, che prevede un nuovo regime fiscale per le organizzazioni senza scopo di lucro e la creazione di un Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

L’esperimento di aggregazione è volto a irrobustire il mondo della cultura, per troppo tempo in Italia rimasto isolato e privo di una adeguata cornice normativa, per provare a liberare energie e risorse per innovare e creare valore cogliendo le buone opportunità che la riforma porterà con sé.

L’invito a unirsi alla Rete delle Culture ha come obiettivo affrontare al meglio queste nuove sfide e perseguire l’interesse pubblico, condividendo esperienze, obiettivi, valori, programmazioni e buone pratiche. Per non correre il rischio che l’attuale dispersione diventi penalizzante per le molte organizzazioni che dovranno nei prossimi mesi assumere scelte strategiche per il proprio futuro, e che il settore culturale esca impoverito da questa onda lunga di innovazione legislativa.

In video la testimonianza del Presidente della Fondazione Trame Nuccio Iovene.