NEWS

Trame corre fino a New York

La Fondazione Trame presente alla maratona di New York di novembre 2023

Condividi:

“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”, sosteneva Giovanni Falcone. 
In alcuni casi viaggiano veloci, correndo attraverso le gambe robuste di chi li condivide
convintamente.
Con Trame quest’anno questi valori arrivano fino a New York.
Il merito è del giovane Paolo Giudice, lametino classe 1998, che parteciperà il prossimo 5 novembre alla corsa annuale di 42.195 metri che si snoda attraverso i cinque grandi distretti della grande mela e che coinvolge in media oltre 52.000 persone provenienti da tutto il mondo.
Paolo correrà con una canotta customizzata assolutamente unica nel suo genere: sulla schiena porterà con sé i loghi che più rappresentano la nostra storia e la sua identità.
Oltre a quello della Fondazione Trame, anche quello del Movimento Agende Rosse, della Fondazione Falcone e di Libera.
Paolo Giudice ha incontrato i volontari di Trame Festival in occasione di Trame12, raccontando loro com’è nata l’idea di correre la maratona con i simboli della lotta alle mafie e presentando la canotta che indosserà.
La Fondazione Trame augura a Paolo buona fortuna per questa esperienza: “Seguiremo nei prossimi mesi la sua preparazione e saremo con lui anche il 5 novembre”.

ULTIMI ARTICOLI

Aggregatore Risorse

Le nuove sfide della criminalità organizzata internazionale

Ruggero Scaturro e Giuseppe Governale insieme ad Anna Sergi


Propaganda Memoria con Diego Bianchi e Roberta Rei

Raccontare la politica e i migranti per una memoria collettiva


"La notte dell’antimafia": La corruzione nell'ombra

Lucio Luca ha presentato il libro durante Trame 13


La resistenza degli imprenditori

La storia dei fratelli De Luca contro la 'ndrangheta


TRAME

Menù di navigazione

TRAME365

Menù di navigazione

ABOUT

Menù di navigazione